Terninator – Il Natale è un dono

Terninator – Il Natale è un dono

Anche il cavallo di Troia lo era.

Parenti lontani. Fanno visita solo nel periodo antecedente il Natale. Sono essi loschi figuri, di solito abitanti in frazioni dal nome antico e dal sapore vagamente medievale come “Torre Bordone”, “Castellone del Papaccio” e “Santa Trofimena”. Hanno una concezione del tempo tipicamente contadina, per cui si palesano in casa vostra in orari siberiani: cinque, sei e mezza del mattino, i più zelanti arrivano di notte su una slitta trainata da lupi abruzzesi. A casa mia ogni anno si presentano questa giungla di personaggi che mi attende ed io dovrò sorridere ai loro doni. Dopotutto, il Natale è dono. Anche il Cavallo di Troia lo era.

Zia Desdemona
Donna dalla corporatura sovietica con una folta peluria in viso; misure: 80 centimetri di altezza, per 80 di larghezza e 40 profondità. Praticamente uno spartitraffico. Ha dei bellissimi mustacchi neri in stile Umberto I, non crede nella ceretta. Porta con se alcuni quintali di pampepati, li ha iniziati a fare il 23 luglio. I pampepati, morbidissimi, sono spesso venduti in blocco ad alcuni palestinesi che li utilizzano come dardi durante l’intifada.

Zio Ugo e Zia Lisetta
C’è più oro nelle loro bocche che nelle miniere della California. I denti, quando non ricoperti, hanno delle curiose forme che ricordano le grotte di Frasassi. Argomento prediletto degli zii: malattie e decessi di lontani parenti con accuratissima descrizione della situazione sfinterica. Portano in dono una Stella di Natale rachitica e tanta fiducia nel futuro.

I Fratelli Putti
Lontanissimi parenti di Massa Martana, i loro aliti puzzano come se avessero tracannato una pinta di merda. Ogni anno ripetono che i piantoni hanno prodotto poco, ti omaggiano comunque di un boccione di olio. Quando lo apri, da un curioso fumo nero appare un genio di origini salentine che ti chiede di esprimere tre desideri. Realizzi che l’olio è proprio quello nuovo.

Il Cugino Manlio
Soprannominato Altobelli, perché basso e tremendamente brutto. Il cugino Manlio è sempre reduce da un’operazione delicatissima che lo ha sì salvato, ma gli ha complicato terribilmente la vita. Assume tutti i farmaci presenti nel prontuario medico 2011 e buona parte di quelli 2017. Porta in dono un tragico cesto natalizio del discount costituito da: Spumantino rosè “Donna Codoni”, torrone “Pesetas”, pandoro artigianale “Il forno Bravo”, due inutili cestini di datteri ed un barattolo di Giardiniera Saclà bassissimamente recuperato dalla dispensa ed aggiunto al cesto successivamente.

Lascia un commento



Sfoglia l’ultimo numero

logo-viviterni-footer-col

Le migliori opportunità in Città!

Contatti

Soc. Coop ZERODUE

Via Maestri del Lavoro, 24
05100 Terni

E-Mail: coopzerodue@gmail.com

Logica Solution s.r.l.

Via A. Bartocci, 1
05100 Terni

E-Mail: info@logicasolution.com

Viviterni

ViviTerni è il portale dove trovi le migliori opportunità in città. Prodotti, servizi, eventi e molto altro.

Copyright © 2018 - ViviTerni, un Progetto Coop. Soc. ZeroDUE in collaborazione con Logica Solution s.r.l. - P. IVA 12891011004

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com